Upgrade ATHENA 2022

Raggiungere l’obiettivo in pochi passaggi: l’aggiornamento ATHENA 2022 rende tutto più semplice e veloce. Le funzioni per la gestione degli oggetti di una libreria sono diventate più intuitive e, al contempo, più efficienti, le finestre di dialogo ottimizzate consentono di lavorare in modo mirato grazie alle condizioni semplificate, mentre le numerose nuove caratteristiche ampliano la funzionalità di ATHENA.

Finestra di dialogo “Recupera” completamente rinnovata

La finestra di dialogo “Recupera” è ora il punto di avvio centrale per il recupero di oggetti o di loro caratteristiche a partire da dati della libreria, catalogo, disegno attuale o disegni salvati. Attraverso una struttura ad albero è possibile individuare la posizione dell’oggetto in modo chiaro e veloce.

L’utilizzo degli oggetti della libreria viene semplificato complessivamente, con vantaggi visibili su un numero elevato di comandi. Le dimensioni delle cartelle dei disegni possono essere ridotte notevolmente, poiché gli oggetti sono salvati nel disegno solo vi se sono effettivamente utilizzati.

Modifica/esporta libreria

Con la nuova finestra di dialogo “Modifica libreria” è possibile modificare ed esportare le librerie di oggetti ATHENA in modo più semplice e veloce.

Comando AutoCAD “Adeguamento caratteristiche” per gli oggetti ATHENA

Utilizzando più spesso il comando AutoCAD “Adeguamento caratteristiche”, si apprezzerà la nuova possibilità di trasferire le caratteristiche degli oggetti ATHENA. Tenendo premuto il tasto “Ctrl” mentre si seleziona l’oggetto di destinazione, con questo comando AutoCAD è possibile trasferire anche le caratteristiche ATHENA.

Browser di progetto

Ora è possibile realizzare, direttamente dal browser di progetto, lamiere create con il rispettivo modulo come estratti (sviluppi). Non è più richiesto il passaggio intermedio per cui si doveva cambiare la generazione dell’estratto nel modulo per lamiere.

Etichette di elevazione

Se il vostro progetto richiede di inserire diverse altezze dei piani in un unico piano, ATHENA mette ora a disposizione diverse elevazioni di base per le quote di elevazione. Le quote di elevazione calcolate corrisponderanno alle stesse altezze stabilite come base nella quota di definizione.

Nuove finestre di dialogo moderne

Per un utilizzo più rapido e semplice, le finestre di dialogo per l’applicazione di componenti, componenti delle barre, riempimenti, elementi, semilavorati liberi e pareti sono state convertite in un nuovo formato.

Bordi tangenziali anziché bordi interni nelle proiezioni

Come è già noto negli estratti 2D ATHENA, nelle proiezioni ATHENA sono ora indicati i bordi tangenziali, ovvero le trasmissioni dei raggi verso i bordi attuali. Tale rappresentazione sostituisce i bordi interni (bordi arrotondati) finora utilizzati.

Elementi di riempimento

Selezionando con il comando “Elementi di riempimento” una superficie in un modello assiale che abbia una delimitazione nota e che venga utilizzata per la generazione di un elemento di riempimento, è ora possibile non solo far risaltare il contorno in qualsiasi punto del disegno, ma anche la posizione di origine del contorno durante il procedimento, dunque direttamente sul modello assiale, insieme ad una descrizione.

Rinominare blocchi che hanno già un nome

Il comando ora è denominato “Rinomina blocco” e vale sia per convertire e rinominare blocchi senza nome che per rinominare i blocchi. All’interno della finestra di dialogo è possibile vedere tutti i blocchi presenti nel disegno e assicurarsi che ai blocchi non vengano assegnati nomi già in uso.

Punzonatura degli oggetti

All’interno del comando “Punzonatura degli oggetti”, al passaggio del mouse viene mostrata un’anteprima del risultato della punzonatura. Inoltre, è possibile selezionare più contorni che insieme fungono da contorno di punzonatura o che vengono definiti come contorni da punzonare in un unico passaggio. Qualora non fosse possibile conservare oggetti ATHENA nel processo di punzonatura, questi vengono convertiti in blocchi senza nome.

Esporta layout

Attraverso il comando “Esporta layout” è possibile esportare più layout di un disegno in una sola volta nella zona modello di nuovi disegni. Selezionando una directory o, se si desidera, un prefisso file, per ogni layout esportato viene creato un nuovo DWG.

Altre novità

  • La configurazione è stata aggiornata: è possibile installare ATHENA su AutoCAD, AutoCAD Architecture, Advance Steel e AutoCAD Mechanical nelle versioni da 2019 a 2023.
  • I nuovi comandi sono stati suddivisi nella barra multifunzione ATHENA in base alla loro funzionalità nei singoli gruppi:
    • nuovi comandi “Autorizzazione ATHENA” e “Informazioni su ATHENA”
    • nuovo comando “Gestisci libreria”
    • nuovi comandi per liste “Elenco strutture”, “Elenco di posizione libera”, “Elenco lamiera”, “Elenco isolamento/guarnizione” e “Lista elementi della tubazione”
    • nuovi fabbricanti di profilati Elval Colour, GIP e ISO-Chemie.
  • La finestra di dialogo per l’inserimento dei dati dell’articolo è stata aggiornata. Quando a un disegno esterno vengono assegnati articoli che non sono contenuti nella rispettiva banca dati o vengono assegnati articoli da fabbricanti, questi ultimi vengono visualizzati e sarà possibile inserirli nell’assegnazione dell’articolo con un clic del mouse.
  • Come per gli oggetti AutoCAD, ora anche per gli oggetti ATHENA è possibile inserire l’esatto dimensionamento durante la creazione o la modifica.
  • “Ordinare le viste”: se eseguito nel layout, il comando ottimizza ora la vista attiva, semplificando la definizione degli ambiti di assegnazione.
  • “Nuova vista”: su una diagonale tra due punti è ora possibile aprire una nuova finestra e definire il punto medio.
  • I seguenti pezzi normalizzati sono stati completati in ATHENA 2022:
    • l’assortimento di Heroal completamente integrato in forma di dati DWG,
    • l’assortimento ISO-Chemie completamente integrato in forma di dati DWG,
    • l’assortimento GIP completamente integrato in forma di dati DWG,
    • l’assortimento Elval Colour completamente integrato in forma di dati DWG,
    • profili Jordahl completati,
    • parti Ejot completate.
  • Modello di posizione come oggetto di descrizione: con il comando “Modifica misure delle etichette” è possibile adattare a posteriori la misura delle etichette di modelli di posizione già creati.
  • “Lavorazioni associative sulla barra”: è ora possibile inserire lavorazioni dopo l’assegnazione di una designazione, ad esempio per distinguere varie lavorazioni durante l’utilizzo del comando “Utilizzo assegnazione”.
  • “Esporta BIM”: ora possono essere esportati anche componenti, ad esempio sottostrutture e giunti a T.
WordPress Video Lightbox Plugin
Il tuo referente

Il tuo referente:

CAD-PLAN Italy
Massimiliano Frà
Mobil: +39-346-8473-331
e-mail: fra@cad-plan.com

Sede centrale CAD-PLAN
Tel.: +49-69-800-818-0 
e-mail: contact@cad-plan.com

Oppure usa il nostro modulo di contatto