ATHENA 2018 – un aiuto essenziale per le routine di progettazione

Un ampio ventaglio di disegni a portata di mano

Una gestione e un’individuazione rapide di oggetti di disegno, output semplice e comodo di elenchi di pezzi: per questi motivi il browser di progetti è considerato l’elemento di interesse di ATHENA 2018.Il pacchetto è integrato da nuove funzioni in grado di far risparmiare tempo per la costruzione e la misurazione ed è quindi adatto a lavori professionali, in 2D come in 3D.

Browser di progetto

Il nuovo browser di progetto ATHENA è uno strumento dalle elevate prestazioni per elencare, ordinare, gestire e trovare oggetti di disegno in 2D e 3D all’interno dei disegni.Possono essere utilizzati tutti gli oggetti ATHENA, i blocchi AutoCAD, i solidi AutoCAD e gli oggetti non grafici.

Gli oggetti vengono acquisiti dal disegno nel browser di progetto tramite clic o croci e possono perciò essere classificati in un ordine/ordine parziale o in una struttura ad albero.Le informazioni spaziali relative agli oggetti 2D introdotte con ATHENA 2D+, ad es. lunghezze o profondità, vengono tenute in considerazione.

Il browser di progetto semplifica l’esportazione di liste di pezzi di un disegno 2D in modo essenziale.Se finora era spesso necessario in ambito di creazione di mobili per collettività creare manualmente in Excel elenchi di pezzi, ora il browser di progetto consente una generazione rapida ed efficace di elenchi di pezzi con informazioni integrate, ad es. di aste (profili), vetri, componenti, lamiere, tubi o anche di posizioni libere.Con l’esportazione degli elenchi è possibile riconoscere e riassumere i pezzi identici.

Per trovare in modo rapido e semplice dei pezzi specifici, basterà fare clic nell’elenco e i pezzi verranno quindi evidenziati nel disegno.

Un buon esempio di utilizzo del browser di progetto è dato da un dettaglio disegnato in 2D, ad esempio un collegamento murale orizzontale.Con pochi clic, il browser di progetto può acquisire ed elencare tutti gli oggetti necessari, come profili, isolamenti, pellicole, viti, tasselli e piccoli pezzi.

Lavorazione di lamiera

Tre nuove funzioni vanno ad ampliare il modulo per lamiere ATHENA:

  • Le piegature ora possono essere posizionate lateralmente su piegature, e in tal modo è possibile ottenere anche ad es. lamiere d’angolo.
  • Le lamiere possono essere ora riprodotte come modello SAT.Questo formato è estremamente importante per la produzione di lamiere.
  • Le lamiere del modulo per lamiera sono ora compatibili col metodo BIM, possono essere salvate singolarmente oppure come parte di un modello 3D in formato IFC ed essere trasmesse, ad es. a Revit.

Output IFC (BIM): Ora anche solidi AutoCAD

Ora anche i solidi AutoCAD possono essere acquisiti in un progetto ed esportati in formato IFC.

Interfaccia ERPlus

Durante la costruzione in ATHENA, l’utente di ERPlus ora può effettuare una ricerca nella banca dati di articoli di ERPlus durante la scelta di pezzi ATHENA (ad es. di pezzi normati) e può quindi acquisire il numero di articolo.In tal modo le banche dati vengono controllate e risultano della stessa versione in ATHENA e in ERPlus.

Sezione di saldatura

Il nuovo comando “Sezione trasversale della saldatura” genera un oggetto ATHENA intelligente che è possibile editare in un secondo momento tramite maniglie oppure facendo doppio clic.

Ordinare le viste

La funzione di ordinamento delle viste è stata potenziata con l’opzione di ordinare le viste con diverse grandezze, con altezza e larghezza variabili.Inoltre, le viste possono ora essere sincronizzate, per cui con lo spostamento degli angoli di una vista si adatta automaticamente anche il contenuto del relativo spazio carta.

Divisione in griglia

I contorni indicati con il modulo “Divisione in griglia” ora sono oggetti di riempimento ATHENA che possono essere utilizzati per la generazione di vetri e pannelli con un numero di strati a piacere.Gli oggetti generati sono adatti per la valutazione come disegni di pezzi singoli e di elenchi e possono essere convertiti anche in oggetti 3D.

Isolamento

Il comando “Isolamento” è stato ampliato per rendere il metodo di costruzione “Linea spezzata”, che consente il posizionamento di un isolamento lungo una linea spezzata, simile alla funzione “Parete” di ATHENA.Durante il procedimento è possibile selezionare anche isolamenti di linee spezzate, linee, polilinee o curve, lungo le quali dovrà passare l’isolamento da posare.Con questo metodo, gli isolamenti posati possono essere suddivisi e collegati.

Lamiera profilata

Una lamiera realizzata con il comando “Lamiera profilata” costituita da più elementi di lamiera, non è più ora un oggetto riassunto, bensì ogni singolo elemento di lamiera nelle sue dimensioni è un oggetto a se stante.L’intera lamiera può essere allungata o accorciata tramite la maniglia e possono essere aggiunti o rimossi tanti elementi di lamiera quanti ne possono essere contenuti nella nuova linea derivante.

Inoltre, i pannelli profilati sono stati integrati:

  • Pannello Hösch
  • SAB:sandwich, telaio, profilo piramidale, profilo della plancia, profilo speciale
  • Laukien:pannelli a collegamento, pannelli per armadio, pannelli per tunnel, piastre, pannelli lamellari, pannelli con articolazioni sollevate, pannelli sollevati, pannelli sollevati compatti, pannelli agganciabili, pannelli rettangolari, pannelli TT

Proietta modello 3D

Il nuovo comando “Proietta modello 3D”, consente la generazione di una vista bidimensionale della vista attuale di un modello 3D di ATHENA tramite una proiezione.In tal modo tutti gli oggetti del modello 3D o solo alcuni selezionati possono essere proiettati.

In alternativa alla vista standard 2D la proiezione può essere generata anche come vista esplosa.Viene inoltre creata una descrizione automatica per la vista 2D secondo posizione o codice.

Altre novità:

  • Con la nuova configurazione, ATHENA può essere installato non solo con AutoCAD, AutoCAD Architecture e AutoCAD Mechanical, ma anche con AutoCAD Advance Steel.
  • Girando o spostando un oggetto si muovono anche le misurazioni, quando viene utilizzato il comando “Quotatura degli oggetti” per la misura (anche di oggetti AutoCAD).L’oggetto viene quindi girato o spostato assieme alla suo quotatura.
  • La realizzazione delle linee centrali degli oggetti ATHENA (pezzi normati, semilavorati, fori, ecc.) corrisponde ora con l’esecuzione generata con la funzione di ATHENA “Linee centrali”.Solitamente si incrociano al centro sempre i segmenti di linea delle linee assiali tratteggiate e la sovrapposizione di punti viene troncata.
  • Nuovo comando “Selezionare gli oggetti uguali”:Con un semplice clic su un oggetto è possibile selezionare tutti gli oggetti 2D uguali presenti nel disegno.Ciò vale per le sezioni 2D di gruppi di aste, semilavorati, riempimenti 2D e blocchi AutoCAD.
  • Nuovo comando “Cambiare oggetto”:Molteplici sostituzioni di oggetti di disegno 2D.Vale per le sezioni 2D di gruppi di aste, semilavorati, riempimenti 2D e blocchi AutoCAD.
  • Nuovo comando “Girare e nascondere”:Un oggetto viene selezionato e dietro indicazione di un angolo e di un punto di rotazione viene copiato e tale copia si trova quindi sul layer per linee nascoste.Adatto ad es. per la rappresentazione dell’ampiezza di apertura di finestre o porte.
  • Gli oggetti ATHENA 2D+ sono stati ampliati:Blocco e guarnizione.
  • Sono stati aggiunti alla biblioteca dei pezzi normati:Viti di perforazione a testa semisferica con impronta TORX in conformità a DIN 7505 M, viti autofilettanti SPAX, ancorante a vite con filettatura interna HUS3-I-6 M8/M10, ancorante a vite HUS3-I Flex 6 con filettatura interna.
  • Nuovo comando “Asse Z della linea ausiliaria” per posizionare una linea ausiliaria in direzione dell’asse Z attraverso un punto da specificare.
  • Nuovo comando “Piano/retta del punto di intersezione” per individuare il punto di incontro di una retta con un piano.
  • Il comando “Dividere oggetti” può ora dividere anche aste 3D.
  • Nuovo comando “Risolvere il dimensionamento di oggetti associativi” per conservare le quotature in caso di modifiche di oggetti.
  • Le funzioni di elenchi di oggetti “Elenco aste” ed “Elenco riempimento” offrono ora l’opzione di aggiornamento dei codici, il che consente di risparmiare moltissimo tempo, se non si tratta di modifiche notevoli.
  • Il nuovo comando “Cambiare direzione dell’asta” per invertire la direzione di più aste, per allineare correttamente gruppi di aste asimmetriche.
  • Nuovo comando “Risolvere posizioni/codici” per il rilascio di dati dell’ordine di oggetti.
  • Nuovo comando “indicazione dell’angolo della facciata per punto” per la definizione degli angoli tra due superfici, con quotatura dell’angolo.