APOLLON 2022 – Il primo upgrade, un chiaro salto in avanti

La prima versione di APOLLON ha già dimostrato con successo le proprie qualità nelle attività quotidiane di costruzione. Adesso è pronto l’aggiornamento alla versione 2022 con moltissime novità adatte a soddisfare le esigenze pratiche del settore. Le nostre idee per progettare in maniera intelligente, unite al prezioso feedback degli utenti di APOLLON hanno fatto confluire nell’upgrade nuovi strumenti, molte estensioni e importanti migliorie.

La creazione e la gestione delle proprie serie di profili, il posizionamento di oggetti sul modello, l’utilizzo di modifiche: abbiamo messo mano a tutto in modo da rendere ancor più comoda e semplice la modellazione parametrica.

Joint Content Center (banca dati dei pezzi lavorati)

Il nuovo “Joint Content Center” è l’interfaccia centrale per la gestione e la selezione degli elementi di raccordo. Quasi tutti gli elementi di raccordo sono presenti nella banca dati dei pezzi lavorati sotto forma di dati 3D e i codici articolo dei componenti possono essere assegnati liberamente.

Gli elementi di raccordo possono essere posizionati nello spazio a mano libera o tramite l’opzione di perfezionamento in base ai bordi del corpo o delle superfici. Se si seleziona l’opzione di direzionamento, il componente di raccordo è agganciato al cursore e può essere posizionato su qualsiasi bordo di un oggetto all’interno del modello, assumendone la direzione. Il pezzo può essere spostato a piacere e può essere successivamente rielaborato con le funzioni di Inventor come ad esempio “Collega”.

Inserire semilavorati

Il nuovo comando di APOLLON “Insert semi-finished products” serve per creare, gestire e inserire semilavorati e/o pezzi lavorati.

Il comando mette a disposizione gli strumenti per la creazione di una propria banca data dei semilavorati. Alla base ci sono i profili parametrizzabili in dieci diverse forme costruttive che possono essere selezionati tramite il menu a tendina. Anche i semilavorati creati autonomamente acquisiscono i seguenti valori al salvataggio: tipo di profilo, nome, codice articolo e materiale.

I semilavorati vengono posizionati sul modello con le tre possibilità già note di definizione delle barre di APOLLON e con la possibilità aggiuntiva di una selezione della superficie che consente l’avvio di un’estrusione sulle superfici selezionate, ad esempio su un piano o su un’area di lavoro. La sezione del semilavorato può essere estrusa in maniera interattiva fino a una superficie aggiuntiva o utilizzando un binario.

Taglio barra: Incastro in base al contorno

La finestra di dialogo “Bar cutting” è stata modificata. Le classi di taglio adesso sono classificabili come lato interno o lato esterno in base a dei simboli e possono essere ordinate in base a questa caratteristica. Un ulteriore simbolo indica se la classe presenta un incastro.

La realizzazione di incastri avviene adesso tramite l’immissione di tre valori. Con “Axis to notch” si indica la profondità di incastro sulla barra smussata, mentre con “Axis to profile” si indica il prolungamento della barra contigua. E la distanza intorno alla rastremazione dell’incastro è stabilita attraverso l’indicazione di una relativa misura.

Per le successive lavorazioni sono disponibili una funzione di anteprima e un menu a tendina per la scelta di una barra tra le molte disponibili.

Dividi barra

Il nuovo comando di APOLLON “Divide bar” consente di separare una o più barre con una propria superficie e un proprio corpo o di dividerle in livelli di lavoro. Per ogni classe di barra è possibile definire un valore specifico nei campi Più o Meno. Il taglio avviene sempre in direzione ortogonale rispetto all’asse della barra. In caso di aree di taglio inclinate, la barra viene tagliata nel punto di taglio dell’area di taglio e dell’asse del profilo.

In caso di taglio di profili è possibile adesso realizzare un taglio automatico, ad esempio nella seguente situazione: Se un’architrave con due guarnizioni separa la guarnizione di un montante passante, la divisione di questa guarnizione viene eseguita di conseguenza.

Diversi spessori di incastro per campo

Adesso in APOLLON i modelli possono avere diversi spessori di riempimento per campo. Per gli spessori di riempimento vengono definite delle aree di incastro che APOLLON utilizza come base per il calcolo dello spessore isolante e il rimando automatico acquisisce la guarnizione adatta.

APOLLON dimostra tolleranza degli errori e accetta anche riempitivi che superano l’area di incastro, contrassegnandoli però con un diverso colore.

Livello di taglio

Con il nuovo comando “Slice plane”, APOLLON consente modifiche su entrambe le estremità di una barra. Definendo una quantità a piacere di livelli di taglio è possibile realizzare anche tagli complessi. La definizione si esegue in base alle classi di taglio nella finestra di dialogo.

Modifica oggetto

I precedenti comandi “Modify bars” e “Modify infills” sono stati accorpati nel comando “Modify objects”, che adesso consente anche la modifica di semilavorati. Nella selezione di più oggetti, il tipo di oggetto si seleziona attraverso un sottomenu.

“Create a bar definition”: inserire assiemi

Nella finestra di dialogo “Create bar definition” si ha una migliore visibilità dell’inserimento contemporaneo di un componente esterno e un componente interno. Sono disponibili tre opzioni per la selezione dei componenti:

  • “Static“ – Un corpo fisso che viene inserito centrato e può contenere varianti.
  • “Dynamically centered“ – Anche in questo caso, un corpo solido inserito centrato ma con varianti dinamiche e/o dipendenti dalle aree di incastro.
  • “Dynamic Left/Right” – Presenta le stesse caratteristiche delle opzioni con centraggio dinamico, ma viene inserito doppio per generare parti su entrambi i lati. Il mirroring viene eseguito dal sistema.

Inoltre, il campo per l’inserimento delle distanze è dotato di grafiche e/interfacce chiare per un utilizzo più intuitivo.

Menu contestuale “Transform”

I comandi “Rotate”, “Move” e “Mirror” sono ora raccolti sotto un unico comando “Transform” nel Profile Content Center. I tre comandi parziali sono ora inseriti in una “Mini Toolbar” e possono essere combinati tra loro in modo che un profilo possa essere inserito spostato, ruotato e ribaltato.

Ordinamento nel “Profile Content Center”

Se nel “Profile Content Center” si aprono delle finestre in cui sono elencati dei profili, questi possono essere ordinati per nome, articolo o data.

Definire i componenti: definizione dei colori del profilo di incastro

Nelle caratteristiche di blocco è stata inserita la possibilità di assegnare colori a scelta ai contorni di incastro. Anche i contorni ausiliari, ad es. le linee di riferimento e i punti di inserimento, possono ora avere un proprio colore.

Altre modifiche

  • Adesso è possibile il taglio delle barre per classi senza partner (bordo asse con valore).
  • È stato aggiunto il comando “Remove processes” per pulire rapidamente i livelli di taglio e le parti delle barre.
  • Finestra di dialogo delle opzioni: sono stati integrati i materiali.
  • Finestra di dialogo delle opzioni: È possibile selezionare ulteriori banche dati per i semilavorati.
  • Miglioramento delle prestazioni nell’analisi delle superfici.
  • Nuova struttura delle cartelle: gruppo principale nella cartella progetti/barre, riempitivi ed elementi di raccordo nelle sottocartelle.
  • Sono stati aggiunti nuovi modelli di progetti per Inventor 2021 e 2022.
  • È ora disponibile una guida online raggiungibile direttamente da ogni comando.
  • Verifica di versione/aggiornamento all’avvio di APOLLON (fumetto).
WordPress Video Lightbox Plugin
Il tuo referente

Il tuo referente:

CAD-PLAN Italy
Massimiliano Frà
Mobil: +39-346-8473-331
e-mail: fra@cad-plan.com

Sede centrale CAD-PLAN
Tel.: +49-69-800-818-0 
e-mail: contact@cad-plan.com

Oppure usa il nostro modulo di contatto